#sentireglianni

Oggi ho potuto dare sfogo al mio gene del turismo impazzito. Nonostante i recenti problemi di “ipotensione” (cit. dottore), ho voluto trascinare la mia ignara amica Primavera su e giù per Milano come una trottola a guardare, toccare, assaggiare qualsiasi cosa potesse entrare in queste 24 ore, fieramente vantandomi della mia stoica resistenza. Verso le 5 di pomeriggio ci siamo sedute per la prima volta, io ancora tronfia nel mio credermi invincibile: terrazze del Duomo, vista stupenda, venticello rinfrescante. Sono ancora piena di energie, caldo non ti temo, pressione bassa mi fai un baffo. Io sono giovane, io sono forte.

Primavera mi parla, io non rispondo.

Mi sono addormentata sul tetto del Duomo.

 

You may also like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *