#bavarianwisdom

– “Ah, prendi subito la birra? Non vuoi qualcosa da bere prima?”
– “Beh, la birra è una bevanda…”
– “No di certo. La birra è la portata principale.”

 

Continue Reading

#ingestibile

La mia vita a ondate.

Periodi di forte consapevolezza e responsabilità, testa sulle spalle e ragionamenti importanti – si alternano a periodi di delirio e confusione, totale inaffidabilità e imbarazzante goffaggine.

Per darvi un’idea di quale sia il periodo attuale, oggi me ne vado al lago solo perché lì non ci sono modi per fare grossi danni.

 

Continue Reading

#XXLpeople

Non riesco ad attribuire questo fenomeno a nessuna componente demografica. Ci ho riflettuto, ma non è neanche un fattore generazionale. Forse è l’aria di Rosenheim, forse c’è qualcosa nell’acqua che bevono. Non so cosa sia, ma tutte le persone che sto conoscendo qui hanno di certo il cuore una taglia più grande del normale.

 

Continue Reading

#datingmeri

“Vedi che trascorrere il tempo in compagnia di Mariachiara è divertente, dovresti provare” – mi dissero. Io, nata e cresciuta nell’ansia da solitudine, non ci credevo mica tanto. Però ultimamente sto provando a ritagliarmi più momenti in esclusiva compagnia di questa tipa strana, e forse un po’ ce la intendiamo. È goffa e svampita, e ha questo insopportabile problema dell’eccessivo entusiasmo, ma considerato che è bionda naturale, poteva andare molto peggio.

Continue Reading

#jetlagged

Qui si svegliano alle 6, pranzano alle 12, escono dall’ufficio alle 16 e cenano alle 18. Alle 21 sono già a letto (anche se in questo periodo dell’anno c’è ancora il sole fuori, perciò trovo questa abitudine vagamente disumana). Devo ancora capire quale sia la mia posizione a riguardo, sto provando sentimenti contrastanti. Per ora sono totalmente disorientata dal ritrovarmi sveglia ed energica la domenica mattina alle 8 in punto, fatto che non so se attribuire al nuovo bioritmo o alla maturità incombente.

Continue Reading

#soppozzanghere

Se voglio sopravvivere all’estate bavarese dovrò superare la mia diffidenza nei confronti della balneazione lacustre. Però qui si fanno il bagno tra le anatre, ragazzi. TRA LE ANATRE!

Continue Reading

#partyhard tonight

Devo fare un coming out: ho un feticismo per le lavanderie a gettoni. Quei 45-50 minuti di bucato sono tutti tuoi, puoi fare quello che vuoi, nessuno ti romperà le palle. Poi non avete idea di quanto siano strambe le persone che frequentano le lavanderie a gettoni. Sono luoghi antropologicamente meravigliosi. Profumano di ammorbidente alla lavanda. E lo sanno tutti che nei film le cose migliori succedono sempre nelle lavanderie a gettoni. 

Continue Reading

#stillalive

La mia testa è sempre piena di pensieri, ma mai di quelli necessari per la sopravvivenza.

Oggi la giornata è partita bene con io che lascio tutta la notte il finestrino dell’auto spalancato e – ovviamente – il diluvio universale la trasforma nel mio nuovo acquario per i pesci rossi. Poi dimentico di ordinare il pranzo e sì, anche io odio la gente che si dimentica del cibo perché è la mia ragione di vita, ma oggi è successo. La cara Walle mi ha quindi spedita in un alimentari vicino (situato alle pendici di una cascata, questo posto è sempre più wtf), gestito due vecchiette che non spiccicavano una parola d’inglese. Ciò che – dopo 20 minuti di tentativi a gesti – ho ottenuto è stato: una specie di brioche salata con dentro un’insalata di – non ne ho la certezza- crauti, un salume inquietante con cosi marroncini non meglio identificati e hemmental (questo l’ho capito perché internazionale, ma non ho ovviamente potuto contestarlo). Infine, ho dimenticato le chiavi e sono rimasta chiusa fuori dall’ufficio come la piccola fiammiferaia sotto la pioggia, fino a che i miei capi non si sono accorti della mia assenza e sono venuti a salvarmi.

Dai, che la giornata è quasi finita.

Continue Reading